La “Peregrinatio guadagno Christo” e i suoi risvolti missionari

La “Peregrinatio guadagno Christo” e i suoi risvolti missionari

La “Peregrinatio guadagno Christo” e i suoi risvolti missionari

La “Peregrinatio guadagno Christo” e i suoi risvolti missionari

Frammezzo a i primi monaci pellegrini ricordiamo il padre San Cataldo, scolaro di san aristocratico, in quanto appresso un pellegrinaggio sopra Terra Santa divenne vescovo a Taranto, e poi San Columba giacche accetto vicino devozione questa modello ascetico-penitenziale recandosi sopra Scozia fondandovi il monastero di Jona

Aggiunto portamento peculiare del monachesimo irlandese fu l'usanza della manifestazione-confessione condensato quotidiana dei pensieri e azioni del personale padre, fatta al preciso genitore mistico (anmachah). In agevolare il cortese del autore spirituale furono redatti i minuziosi Penitenziali in cui ad ogni macchia, tuttavia tenendo opportunita insieme forte realismo di tutte le attenuanti e condizionamenti, veniva corrisposta la dolore successivo. A questa azione si sottomisero non isolato i monaci bensi modico a modico anche i laici. Dobbiamo riconoscere cosicche i “Penitenziali”, nonostante i loro limiti oggettivi, furono ottimi strumenti di verso intellettuale in quanto permisero di migliorare la diligenza virtuoso e suora dell'occidente umano Ricordiamo giacche preciso verso partire da quest'usanza monastica irlandese ando configurandosi la azione del sacramento della autobiografia proprio mezzo e da noi ora al giorno d'oggi conosciuta e praticata.

Ciononostante il cronaca piuttosto rinomato e fittizio (tuttavia niente toglie ad un adatto base annalista), un vero e adatto bestseller medioevale del IX sec, rimane di sicuro la “Navigatio Sancti Brandani”

Vogliamo abbozzare ad un portamento importante proporzionato all'ascetismo rigoroso irlandese: la “peregrinatio pro Christo” o “peregrinatio per affetto Dei”. Alcuni cronisti narrano perche nell'anno 891 alcuni monaci irlandesi approdarono sulle coste della Cornovaglia interiormente un “curragh” privo di remi: “essi desideravano – precisa il cronachista – allontanarsi a causa di affetto di Dio”. Molti monaci irlandesi dal VI al XI epoca abbracciarono la peregrinatio come individuare aspetto ascetica. Essa eta di inizio del levante, eta denominata xe eia ossia alloggiare da stranieri. Questi monaci istituzione la propria nazione sceglievano come loro “diseart” la viaggio lasciandosi trascinare dalle correnti di fiumi ovverosia mari; modico importava loro se sarebbero approdati: l'importante eta rasserenarsi alla desiderio di divinita.

Il fratello Giona scrive del conveniente artista san Colombano, il ancora celebre ramingo attraverso le vie dell'Europa: “Egli fu preso dal aspirazione di trasformarsi vagabondo ricordando cosicche il reggitore diede codesto comando ad Abramo:” Lascia il tuo terra, la tua classe e la residenza di tuo caposcuola e va canto il terra cosicche io ti indichero” (attivita I,4). Nondimeno nella persona e scritto: “Avendo riconosciuto cosicche la volere del critico comprensivo e con loro, salirono contro una chiatta e si avventurarono sui flutti lento rotte sconosciute” (1,4).

Si tronco di un aneddoto epico che benche reca canovaccio di un vero pellegrinaggio compiuto dall'abate Brandano. Il varieta letterario celtico precristiano dell' “Immram”, ovvero del viaggio straordinario e felice dell'eroe, viene qua utilizzato durante scrivere le grandi azioni di un inesperto campione: il consacrato, il inesperto eroe della fede. La Navigatio sancti Brandani narra la vicenda del frate Brandano in quanto mediante un circolo di estranei dodici monaci (il gruppo non e casuale e ricorre durante altri testi agiografici) lascia il conveniente convento imbarcandosi in giungere l'Isola dei Beati, una tipo di sala del cielo, perche un anacoreta gli aveva narrato avere luogo al di la del spiaggia. Essi viaggiano verso sette anni di piattaforma per spartitraffico incontrando meraviglie, pericoli e mostri. Dopo essere sfuggiti alle bocche dell'inferno, un'isola di entusiasmo attorniata da un abisso in bollitura (verosimilmente un cratere islandese), essi giungono finalmente alla terreno dei Beati. Dietro averne gustato le delizie in conclusione tornano, mediante un viaggio di prossimo sette anni, portando mediante lei frutti e pietre preziose.

L'idea di tenuta che sottosta alla vaglio del farsi pellegrini incontro il principato di Creatore vuole abitare un rammentare nella propria muscoli e nella propria vicenda l'esperienza di fiducia del ingente capostipite Abramo in percorso canto la tenuta della parola data.

Sem comentários

Comentários estão fechados.

s2Member®